AUTORITRATTO

Autoritratto perchè la selce rappresenta il momento in cui l’essere umano, scalfendo la pietra per la prima volta, ha iniziato a porsi pensieri sulla natura dell’oggetto che stava tenendo in mano. Si è creato quindi un dialogo evolutivo tra mano e cervello che ha dato vita alla coscienza materiale in cui la mano divenne la finestra della mente.Un dialogo che si poteva immaginare immutabile ma che forse oggi non lo è più.

Questo processo è l’immagine di un’unica e lunga serie di oggetti inserita nel flusso delle cose che ci accompagnano. Gli oggetti quindi di cui ci circondiamo, sono la testimonianza di quella sequenza originale ed invisibile di oggetti primi. Come l’oggetto, il paesaggio, i minerali anche noi siamo stratificazione; degli accadimenti, delle memorie e delle personalità dei nostri genitori, nonni, avi

 

 

Autoritratto I, 2020, graphite on paper, 55x45cm

Autoritratto II, 2020, graphite on paper, 45x28,7cm

Autoritratto III, 2020, graphite on paper, 38x27cm

Autoritratto IV, 2020, graphite on paper, 55x45cm

Works